Intervista a Stana Katic di Entertainment

Abbiamo avuto la possibilità di parlare con Stana Katic, nel backstage di Build, del suo ruolo da protagonista in Absentia, di paperelle di gomma e di Star Trek.

Se potessi avere una conversazione con l'Agente FBI Emily Byrne, che cosa le chiederesti?
Ehi, quei capelli, chi te li ha fatti? 

C'è qualcosa di cui sei troppo esperta?
No, non sono quel tipo di persona, non mi sembra mai di saperne abbastanza. Amo esplorare e imparare nuove culture in ogni parte del mondo, la storia, lo spazio e cose del genere.

C'è qualcosa di cui sei super fan?
Sì, un sacco di cose. Parlando di super fan, c'è un cosa a cui penso subito e che riguarda Star Trek. Desidero moltissimo interpretare qualcuno che abbia delle orecchie a punta. Mi piacerebbe che fosse dalla parte dei buoni e avesse delle orecchie a punta. 

Come descriveresti Absentia a un bambino di cinque anni?
“Tesoro, ti ricordi quella volta in cui eri in piscina e la paperella di gomma non aveva più aria dentro di sé ed è scivolata sul fondo della piscina e l'avevamo quasi persa, quando lo zio Mike ha nuotato fin laggiù e l'ha recuperata? Ti ricordi come ti sei sentito? Eri molto triste per la tua paperella?”
E qui il bambino dovrebbe sperabilmente rispondere di sì.
“È come la storia della paperella e della sua vita dopo il momento in cui è riemersa di nuovo dall'acqua”.

Qual è l'esperienza più memorabile che ti è accaduta sul set?
Abbiamo un regista in Absentia, che ha diretto tutta la prima stagione, si chiama Oded Ruskin. Ha diretto anche i primi episodi della seconda stagione. Si esprimeva sempre così: “Stop! Stop! Ok! Bene! Perfetto! Grazie!”. Avevamo copiato il suo stile e lo usavamo per prenderci in giro tra una ripresa e l'altra. Lui ci diceva “Recita!” e noi rispondevamo “Dirigi!”. Dopo tutte le volte in cui, finita una ripresa, ci diceva: “Ok! Grazie! È stato perfetto”, prima di preparare la ripresa successiva, alla fine gli ho detto: “Vorrei essere ringraziata con delle Manolo Blahnik”. Alla fine della prima stagione, non riuscivo a crederci, pensavo a una presa in giro, ho ricevuto questa fantastica scatola di Manolo Blahnik in suede blu. Ero impressionata, grata e sconvolta.

Se partisse un tema musicale ogni volta che entri in una stanza, quale sarebbe?
La musica di Bond, ovviamente!

Da chi prendi ispirazione nelle tue interpretazioni?
Dipende dal personaggio. Qualche volta si tratta di un personaggio storico, o un animale, o un personaggio dei cartoni animati. Dipende dal personaggio, quindi. Per me Emily Byrne è un miscuglio tra Edward Mani di Forbice e Harry Potter.

Se fossi nominata per un premio al di fuori della tua carriera, quale sarebbe?
Mi piacerebbe vincere il Premio Nobel. [Ride]. Per davvero!

Fonte: https://entertainment.tumblr.com/post/185656497393/entertainment-spotlight-stana-katic-we-got-the 

  • www.absentiaitalia.it
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segui Absentia Italia sui social

Absentia Italia is a not-for-profit unofficial fansite. We are no way affiliated with Absentia Series, AXN, Sony Pictures Television, Masha Production or anyone related to the show. All rights reserved.
We do not claim ownership of any of the pictures displayed in the site. All pictures are copyright to their respective owners and no infringement is intended. If you are the owner of an image and wish to be credited or to have the image removed, please contact us.